Home

07/03/2018 - Agevolazioni prima casa anche se l’immobile pre-posseduto è inidoneo all’uso abitativo: Sentenza

Agevolazioni prima casa anche se l’immobile pre-posseduto è inidoneo all’uso abitativo: Sentenza

Con Sentenza 2 febbraio 2018, n. 2565, la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo il quale il contribuente che è già in possesso di altra casa valutata concretamente inidonea ad uso abitativo, può godere delle agevolazioni prima casa sull’acquisto di un nuovo immobile.
In particolare, la Corte ha precisato che, ai fini del beneficio fiscale, l’idoneità della casa di abitazione pre-posseduta va valutata sia in senso oggettivo (effettiva inabitabilità), che in senso soggettivo (fabbricato inadeguato per dimensioni o caratteristiche qualitative). Di conseguenza la disponibilità di un alloggio che non soddisfi le esigenze abitative dell’interessato, in quanto inidoneo a tale fine, non ostacola la fruizione delle agevolazioni in sede di nuovo acquisto.

Indice completo SeacInfo

Definite le condizioni di esercizio dei condhotel: Decreto in G.U.

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 6 marzo 2018, n. 54 il Decreto del Presidente del consiglio dei Ministri 22 gennaio 2018, n. 13 recante la definizione delle condizioni di esercizio dei c.d. condhotel, nonché dei criteri e delle modalità per la rimozione del vincolo di destinazione alberghiera in caso di interventi edilizi sugli esercizi alberghieri esistenti e limitatamente alla realizzazione della quota delle unità abitative a destinazione residenziale.
L’art. 31, D.L. n. 133/2014 aveva previsto l’emanazione di un apposito D.P.C.M. in cui dovevano essere individuate le condizioni di esercizio dei c.d. condhotel che, come precisato dal comma 1 della citata Legge, sono esercizi alberghieri aperti al pubblico:

·         a gestione unitaria;

·         composti da una o più unità immobiliari ubicate nello stesso comune o da parti di esse;


che forniscono alloggio, servizi acc essori ed eventualmente vitto:

·         in camere destinate alla ricettività e, in forma integrata e complementare;

·         in unità abitative a destinazione residenziale, dotate di servizio autonomo di cucina, la cui superficie non può superare il 40% della superficie complessiva dei compendi immobiliari interessati.

Indice completo SeacInfo

INAIL: aggiornate le retribuzioni convenzionali per i lavoratori all’estero

L’INAIL, con la Circolare n. 15 del 6 marzo 2018, fornisce le retribuzioni convenzionali, valide dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018, utili al calcolo del premio dovuto per i lavoratori subordinati che operano all’estero in paesi extracomunitari con i quali non sono in vigore accordi di sicurezza sociale.
L’Istituto ricorda che le retribuzioni convenzionali mensili sono frazionabili in 26 giornate in caso di assunzioni, risoluzioni, trasferimenti da o per l’estero, intervenuti nel corso del mese.

Indice completo SeacInfo

Computo lavoratori stagionali ai fini dell’organico aziendale per il collocamento obbligatorio

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la Nota n. 43 del 6 marzo 2018, fornisce alcuni chiarimenti circa il computo dei lavoratori stagionali ai fini della definizione dell’organico aziendale su cui parametrare gli obblighi assuntivi riferiti al personale disabile.
L’INL ritiene che, per determinare il superamento o meno della durata di sei mesi, bisogna tener conto delle giornate di lavoro effettivamente prestate nell’arco dell’anno solare, ancorchè non continuative.

Indice completo SeacInfo