|

LE CONCESSIONI AMBULANTI SONO STATE PROROGATE AL 1° GENNAIO 2019

CONCESSIONI AMBULANTI PROROGATE AL 1° GENNAIO 2019.
SATTIN (FIVA ASCOM CONFCOMMERCIO): “SOLO UN PRIMO PASSO VERSO IL SUPERAMENTO DEFINITIVO DELLA BOLKESTEIN”.
E SUGLI EPISODI DI VIOLENZA INSCENATI A ROMA: “MOLTO PROBABILE CHE NON FOSSERO NEMMENO AMBULANTI”
Non ci stanno.
“Decisamente non ci stiamo ad essere presi per guerrafondai ed essere accomunati a quei pochi che, nei giorni scorsi, hanno tenuto in scacco le istituzioni manifestando davanti a Montecitorio e rendendosi anche protagonisti di episodi di violenza. Anzi, siamo persino convinti che molti di quelli che sono stati definiti “ambulanti”, nemmeno lo fossero”.
Ilario Sattin, presidente degli ambulanti della Fiva Confcommercio regionale e presidente degli ambulanti che si riconoscono nell’Ascom di Padova teme fortemente per l’effetto negativo suscitato dagli episodi dei giorni scorsi.
“Nemmeno a noi – continua – soddisfa il decreto “Milleproroghe” che, in qualche misura, ha rimescolato le carte relativamente alla Bolkestein. Però va detto che comunque la nuova norma tutela le imprese in regola e garantisce gli imprenditori onesti anche se è solo un punto di partenza verso il superamento definitivo della famigerata direttiva europea”.
Sattin lamenta che una politica incline ad ascoltare chi grida più forte abbia finito per creare una bella dose di confusione, “cosa di cui non si sentiva minimamente la necessità”.

In pratica, prima della stesura del decreto, tutto sembrava abbastanza definito con i comuni (diversi quelli in provincia di Padova) pronti ad avviare la procedura per il rinnovo delle concessioni.
“Adesso – aggiunge Sattin – la decorrenza delle nuove concessioni è fissata, per tutti, al 1° gennaio 2019 per cui le amministrazioni che non avessero già provveduto all’avvio delle procedure di selezione devono avviarle (e completarle) entro il 31 dicembre 2018. In ogni caso vengono comunque salvaguardati i diritti degli operatori uscenti”.

 

Padova, 1 marzo 2017